Albo‎ > ‎

Ordinanza Ministeriale n 9 sull'Esame di stato conclusivo del primo ciclo di istruzione

pubblicato 19 mag 2020, 12:08 da Admin   [ aggiornato in data 19 mag 2020, 12:08 ]

 Si trasmette per opportuna conoscenza e norma l’ordinanza  in oggetto che reca attuazione a quanto stabilito dal DL 22/2020. Questi in sintesi i punti dell’ Ordinanza alla cui lettura comunque si rinvia per la completa visione e approfondimento.

1. Coincidenza dell’esame di Stato conclusivo  del primo ciclo di istruzione del sistema nazionale di istruzione per l’anno scolastico 2019/2020,  con la valutazione finale da parte del consiglio di classe da svolgersi entro il 30 giugno.

2.  Trasmissione da parte dello studente al consiglio di classe prima della presentazione, un elaborato inerente una tematica condivisa dall’alunno con i docenti della classe e assegnata dal consiglio di classe

3.  Individuazione della tematica per ciascun alunno tenendo conto delle caratteristiche personali e dei livelli di competenza dell’alunno stesso .

4.  La tematica consente l’impiego di conoscenze, abilità e competenze acquisite sia nell’ambito del percorso di studi, sia in contesti di vita personale, in una logica trasversale di integrazione tra discipline.

5. L’elaborato  consiste in un prodotto originale con le più diverse modalità di realizzazione.

6.  Calendarizzazione di un momento di presentazione , in modalità telematica, da parte di ciascun alunno davanti ai docenti del consiglio stesso dell’ elaborato da svolgersi entro la data dello scrutinio finale, e comunque non oltre il 30 di giugno.

7.  Presentazioni suppletive per gli alunni risultati assenti alla prima presentazione orale, per gravi e documentati motivi. (valutazione comunque effettuata dal consiglio di classe dell’ elaborato in caso di impossibilità dell’alunno ad assicurare la presenza alla presentazione orale calendarizzata)

8. Candidati privatisti . Il loro elaborato consiste nella trattazione integrata di più discipline,  un prodotto originale e coerente con la tematica assegnata dal consiglio di classe; potrà essere realizzato sotto forma di testo scritto o di presentazione multimediale; mette in evidenza le conoscenze, le abilità e le competenze correlate ai traguardi di competenza previsti dalle Indicazioni nazionali del primo ciclo.

9.  Per i candidati privatisti la valutazione dell’elabo rato e della presentazione, qualora pari o superiore ai sei decimi, comporta il superamento dell’esame conclusivo del primo ciclo di istruzione e costituisce la valutazione finale .

10.  La valutazione è effettuata, anche in riferimento alla presentazione, sulla base della griglia di valutazione appositamente predisposta dal collegio dei docenti, con votazione in decimi.

11. (Modalità per l’attribuzione della valutazione finale ) Si tiene conto della valutazione dell’anno  scolastico 2019/2020 degli alunni delle classi terze sulla base dell’attività didattica effettivamente svolta, in presenza e a distanza; della valutazione dell’elaborato  e della presentazione orale, del percorso triennale svolto in una logica complessiva sulla base degli elementi previsti (scrutinio sulle singole discipline, elaborato e percorso triennale) sulla base dell’autonomo discernimento del consiglio di classe, senza distinte pesature  che sarebbero arbitrarie.

12.  La valutazione finale è espressa in decimi. Consegue il diploma conclusivo del primo ciclo d’istruzione lo studente che consegue una valutazione finale di almeno sei decimi .

13.  La valutazione finale espressa con la votazione di dieci decimi può essere accompagnata dalla lode, con deliberazione all’unanimità del  consiglio di classe, in relazione alle valutazioni conseguite nel percorso scolastico del triennio.

14.  Nel diploma finale rilasciato al termine degli esami del primo ciclo e nelle tabelle affisse all’albo di istituto non viene fatta menzione delle eventuali modalità di svolgimento dell’ esame per gli alunni con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento.

15.  Per gli alunni con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento l’assegnazione dell’elaborato e la valutazione finale sono condotte sulla base, rispettivamente, del piano educativo individuale e del piano didattico personalizzato.

16.  Certificazione delle competenze. In sede di scrutinio finale, per gli alunni che conseguono il diploma conclusivo del primo ciclo d’istruzione, il consiglio di clas se redige la certificazione delle competenze ai sensi del Decreto competenze.