Albo‎ > ‎

Atto di indirizzo – integrazione – Didattica Digitale integrata e Inclusione

pubblicato 23 mar 2021, 06:32 da Admin

VISTA la legge n.107 del 13.07.2015 recante la "Riforma del Sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle Disposizioni legislative vigenti";

VISTE le Linee guida per la Didattica digitale integrata emanate con D.M. n. 89 del 7 agosto 2020;

VISTO il Contratto integrativo nazionale del 25 ottobre 2020 concernente le modalità e i criteri di erogazione delle prestazioni lavorative e gli adempimenti connessi resi dal personale docente nella didattica a distanza;

VISTE le successive note di accompagnamento e chiarimento del MIUR relative al suddetto contratto integrativo nazionale;

VISTO Il Piano della Didattica digitale Integrata deliberato dagli OO.CC. dell’Istituto;

VISTO IL DPCM del 2 marzo 2021 in particolare gli artt 21 e 43 attinenti le azioni richieste alle Istituzioni scolastiche in caso di sospensioni delle lezioni in presenza per la salvaguardia di una effettiva inclusione degli alunni DVA e BES

PRESO ATTO della situazione in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19;

VISTA la nota del MIUR 662 del 12 marzo 2021 attinente la declinazione dell’attività didattica in presenza per gli alunni con bisogni educativi speciali e, segnatamente, per gli alunni con disabilità nelle cosiddette zone rosse secondo quanto disposto dal citato art 43 del DPCM del 2 marzo


DETERMINA


ai sensi dell'art. 3 del D.P.R. 275/99, così come sostituito dall'art. 1 comma 14 della Legge 13.07.2015, n. 107, la seguente integrazione all'atto di indirizzo relativamente all’attivazione della DDI qualora fossero sospese le lezioni/attività in presenza anche facendo seguito alle

comunicazione già trasmesse in merito Orario in DDI o Il monte orario di lezioni attività sincrone previsto dal Piano della DDI per gli alunni è di 6/7

ore per la scuola dell’infanzia, 20 ore per la secondaria di I grado, 10 ore per la classe prima e 15 ore per le classi seconde terze quarte quinte di scuola primaria.

Rispetto a tale monte orario , l’orario di docenza è svolto/completato, nell’ambito e secondo quanto contrattualmente previsto per ogni ordine di scuola fino a 22 ore di insegnamento + 2 per la scuola primaria, 25 ore scuola infanzia, 18 ore per la scuola secondaria. Il completamento è progettato con attività asincrone e sincrone.


o Gli impegni del Piano delle attività funzionali all’insegnamento deliberati sono svolti in modalità a distanza. Restano attività inerenti alla funzione docente (art 29 ccnl 2007): gli scrutini, l’esame, la preparazione delle lezioni e delle esercitazioni; la correzione degli elaborati; i rapporti individuali con le famiglie


o Le presenze dei docenti e la rilevazione delle presenza degli alunni è effettuata mediante registro elettronico Spaggiari. Le attività e argomenti delle lezioni sono parimenti segnate sul registro


Finalità DDI e progetto orario

Finalità è quella di perseguire una didattica a distanza quanto più possibile efficace sul piano della relazione educativa, degli apprendimenti dell’inclusione per tutti gli alunni e in particolare per quelli segnatamente più fragili, DVA e BES

Le proposte di orario curate dal team docente, consiglio di classe, interclasse intersezione fanno ricorso pertanto a tal fine a diverse modalità anche contestualmente presenti nel progetto:


o attività di insegnamento sincrono del docente


o attività di insegnamento sincrono in compresenza con suddivisione e alternanza dei gruppi classe in piccoli gruppi

o attività di insegnamento in codocenza anche tra insegnanti di discipline diverse secondo un progetto interdisciplinare/disciplinare, educativo, condiviso e programmato

o attività di insegnamento ulteriori sincrone a gruppi e/o individualizzate (sempre nell’ambito dell’orario di servizio di lezione del docente)

o attività asincrone (registrazione di spiegazioni, presentazioni multimediale, tutorial, preparazioni materiali per gli studenti/bambini)

L’obiettivo è quello di favorire e potenziare una didattica quanto più possibile efficace e inclusiva anche a distanza.


Didattica in presenza alunni DVA e Bes

Si ricorda che Il DPCM 2 marzo 2021 art 43 fa salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso dei laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali […]

Preliminarmente i team docenti consigli di classe interclasse svolgono un’attenta valutazione dei singoli casi, tenendo conto che <<la condizione dell’alunno con bisogni educativi speciali non comporta come automatismo la necessità di una didattica in presenza, potendo talora essere del tutto compatibile con forme di didattica digitale integrata salvo diverse esplicite disposizioni contenute nei già adottati progetti inclusivi>>.


o Dove ritenuto necessario e ricorrano le condizioni tracciate nel citato articolo 43 del DPCM 2 marzo 2021 – “mantenere una relazione educativa a garanzia dell’effettiva inclusione scolastica”- i Consigli di classe interclasse team docenti <<non dovranno limitarsi a consentire la frequenza solo agli alunni e agli studenti in parola, ma al fine di rendere effettivo il principio di inclusione valuteranno di coinvolgere nelle attività in presenza anche

altri alunni appartenenti alla stessa sezione o gruppo classe – secondo metodi e strumenti autonomamente stabiliti e che ne consentano la completa rotazione in un tempo definito – con i quali gli studenti BES possano continuare a sperimentare l’adeguata relazione nel

gruppo dei pari, in costante rapporto educativo con il personale docente e non docente presente a scuola.>>


Comments